premio-ebikeaperutra

A Terni, bici elettriche per la polizia locale. Umbria Energy dona due e-bike per il servizio di prossimità

Terni, 19 dicembre 2024

Il Comune di Terni sempre più green, grazie a due nuove bici elettriche in forza alla polizia locale donate da Umbria Energy.

La consegna è avvenuta lunedì 18 dicembre, nel cortile di Palazzo Spada, alla presenza del vicesindaco Riccardo Corridore, di una rappresentanza del comando guidato da Gioconda Sassi, e dei vertici di Umbria Energy nella persona dell’AD Laura Caparvi e del Presidente Carlo Alberto Befani.
Un altro tassello del progetto di smart city che via via sta prendendo forma, offrendo un esempio tangibile dell’impegno dell’Amministrazione e di Umbria Energy nel promuovere uno stile di vita sano e sostenibile.

Un passo innovativo per noi, utile per la pattuglia del centro cittadino nell’ambito del progetto sulla sicurezza”, ha spiegato la dirigente e comandante Gioconda Sassi, ricordando come la possibilità di sportarsi rapidamente permetta di intervenire tempestivamente in caso di bisogno aumentando al contempo la percezione di sicurezza da parte dei cittadini.

Entusiasmo anche da parte del vicesindaco Corridore che, caschetto alla mano, ha ringraziato per la donazione sottolineando l’importanza di una svolta ecologica in città: “Grazie a Umbria Energy per questo dono, l’impatto ambientale deve essere più vicino possibile allo zero, è un aspetto fondamentale. Rinforziamo la polizia Locale – ha aggiunto, allargando il discorso al tema delle assunzioni-, ci crediamo fortemente”.

Una donazione che racconta un’idea di città capace di coniugare sviluppo economico, sicurezza e sostenibilità ambientale.
Il centro di Terni – ha concluso il presidente Befani – è pianura, e da questo punto di vista somiglia un po’ a Ferrara, dove le biciclette sono più diffuse.

Abbiamo accolto con piacere la richiesta della Sassi e dell’Amministrazione in quanto Umbria Energy intende la sostenibilità nel senso più ampio. Per questo ha a cuore l’ambiente e il territorio e da sempre è vicina al Comune come ente di prossimità nel supportare, nei limiti di intervento e possibilità di una società, le azioni volte a migliorare le condizioni di vita della città.

premiazione-polizia-ebike2
premio-felix

UMBRIA ENERGY, TRA LE 196 IMPRESE PIU’ PERFORMANTI D’ITALIA

COMUNICATO STAMPA

Industria Felix premia la competitività e l’affidabilità finanziaria

Lunedì 11 dicembre, a Milano, la 4a edizione nazionale 

Milano, 12 dicembre 2023 – Un sigillo che attesta il primato delle aziende italiane rispetto a parametri di bilancio e rating finanziario, con il plus della sostenibilità.
Questo il prestigioso riconoscimento ricevuto ieri da Umbria Energy, nel corso delle premiazioni per il 53° Premio “Industria Felix – L’Italia che compete 2023”, giunto alla 4° edizione in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, Confindustria, Simest, Il Sole 24 Ore e Askanews, Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Grant Thornton, ELITE, Plus Innovation e M&L Consulting Group.
A conseguire il premio le 196 imprese ritenute ‘più competitive’ in Italia tramite algoritmo di bilancio e rating finanziario, analizzate assieme al Centro Studi Economici di Cerved (primario operatore italiano di analisi del credito).
Agroalimentare, partecipate a maggioranza pubblica, ambiente e comunicazione, cultura, informazione e intrattenimento sono stati i settori più premiati relativamente ai bilanci dell’anno fiscale 2021 (gli ultimi disponibili nel complesso per essere esaminati) rispettivamente con 17, 16 e 15 società sul podio.

 

Un riconoscimento che di fatto testimonia la corretta gestione aziendale sia a livello di perfomance che di direzione e che, quindi, “dà fiducia ci stimola ad affrontare con ottimismo le sfide che i mercati internazionali presenteranno nel prossimo futuro puntando a risultati redditizi in termini di benessere sociale e di progresso economico” ha commentato l’AD di Umbria Energy, Laura Caparvi nel ricevere il premio.
Professionalità e formazione continua hanno fatto la differenza, contribuendo per il secondo anno consecutivo ad insignire l’Utility Umbra di Alta Onorificenza di Bilancio.
“Salutiamo con grande soddisfazione, in unione con tutta la nostra squadra, il conferimento del Premio Industria Felix in continuità con lo scorso anno. Lo accogliamo come riconoscimento ad Umbria Energy della capacità di coniugare, anche in uno scenario economico-sociale turbolento, la sostenibilità economico-finanziaria con la sostenibilità ambientale, sociale, di governance”, ha concluso Carlo Alberto Befani, presidente di Umbria Energy.

L’evento, svoltosi nella sede milanese di ELITE e Borsa Italiana, a Palazzo Mezzanotte, è stato presentato dalla giornalista Maria Soave (Tg1) e ha visto il coinvolgimento di imprenditori e management delle 196 premiate che hanno riportato le proprie esperienze di successo alla presenza di numerosi ospiti, tra cui il vicepresidente nazionale di Confindustria Vito Grassi, il docente di Economia industriale dell’Università Luiss Cesare Pozzi, il componente del Gruppo Credito e finanza di Confindustria Filippo Liverini, e per Cerved l’AD Fabrizio Negri e l’executive vice president Corporate sales Fabio Biasini.

“Questo riconoscimento”, ha scritto in un messaggio rivolto ai premiati il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso, “dà atto anche alla vostra capacità di perseguire gli obiettivi aziendali, mantenendo un saldo equilibrio tra sostenibilità economica, responsabilità sociale e resilienza finanziaria. Il vostro impegno, la vostra innovazione e la vostra dedizione hanno contribuito in modo significativo al progresso e alla prosperità del Paese in un periodo caratterizzato dalla transizione ecologica e digitale. Sono certo – ha sottolineato il ministro – che la vostra esperienza può servire da ispirazione per la costruzione di una rete di imprese virtuose che, insieme, contribuiranno a guidare l’intero tessuto imprenditoriale attraverso le sfide e le opportunità di questa trasformazione fondamentale. Sono certo che, lavorando insieme, possiamo coltivare un ambiente imprenditoriale che promuova la crescita economica, la responsabilità sociale e la tutela dell’ambiente: questa – ha concluso Urso – è la sostenibilità che vogliamo e che incentiviamo anche con le misure del Governo”.